Dallmayr

Pensare al futuro.

Il caffè è un prodotto naturale e il viaggio dalle piantagioni di caffè al negozio di specialità gastronomiche è lungo. Per rendere sostenibile la catena del valore, lavoriamo ogni giorno per preservare le risorse naturali e ridurre la nostra impronta ecologica. Per noi è essenziale un approccio globale e proattivo che includa in egual misura la sfera economica, ecologica e sociale. In questo modo, l’«albero della sostenibilità» continua a crescere un pezzo alla volta con tutti i nostri progetti, i nostri principi e le nostre idee.

Cosa fa Dallmayr?
Mettere in atto i valori. Agire in modo sostenibile.

Sempre più persone guardano al di là della propria tazzina e si chiedono: da dove viene il mio caffè o il mio tè? Come viene coltivato? Quali sono le condizioni di vita degli agricoltori della zona e delle loro famiglie? E che cosa posso fare io per preservare le risorse? Piacere ed etica sono sempre di più in armonia tra loro. Si tratta di una tendenza positiva che noi appoggiamo, perché per produrre caffè di alta qualità in maniera duratura, dobbiamo trattare la natura e la popolazione locale con rispetto. Solo così possiamo garantire i mezzi di sussistenza nei paesi produttori nel lungo periodo e instaurare relazioni commerciali solide e fidate in loco.

In quanto azienda familiare, prendiamo molto sul serio le condizioni di lavoro e di vita dei coltivatori di caffè e delle loro famiglie. I paesi produttori di caffè sono spesso paesi in via di sviluppo con un basso rendimento economico, un basso livello d'istruzione e un'alta crescita della popolazione.
Per questo, da decenni, acquistiamo caffè crudo in una qualità che permette ai coltivatori di avere un guadagno più alto. La maggior parte del caffè proviene da piccoli produttori che coltivano ancora i loro campi a contatto con la natura. Inoltre, acquistiamo sempre più caffè crudo da coltivazioni ecosostenibili e lavoriamo insieme a tutte le organizzazioni di certificazione coinvolte.

Con dei progetti mirati, andiamo un passo più in là e miglioriamo le condizioni di vita delle persone nei paesi produttori di caffè come l'Etiopia e la Tanzania. In Etiopia, sosteniamo l'organizzazione umanitaria etiope «Menschen für Menschen» - «persone per le persone» dal 2008. Insieme abbiamo già piantato più di 52 milioni di alberi e costruito una scuola per più di mille bambini. In stretta collaborazione con la fondazione e con il sostegno del governo bavarese, si sta creando passo dopo passo una nuova regione del caffè con una cooperativa. Creiamo così il presupposto di base per un aiuto allo sviluppo completo e un miglioramento sostenibile delle condizioni di vita. In Tanzania, sosteniamo il prezioso lavoro dell'attivista per gli animali e l'ambiente britannica Jane Goodall.

«Siamo molto orgogliosi di aver ricevuto il premio tedesco per i progetti di sostenibilità nel 2021 per il nostro impegno in Etiopia.»

Dr. Johannes Dengler,
membro del consiglio di amministrazione di Alois Dallmayr Kaffee oHG

Pensiamo al futuro. La sostenibilità fa parte del nostro DNA aziendale. Abbiamo già raggiunto alcune pietre miliari e stiamo pianificando altri progetti, ad esempio il passaggio a un imballaggio ecologico. Nella sua Agenda 2030, le Nazioni Unite (ONU) hanno stabilito un catalogo di 17 obiettivi fondamentali in materia di sviluppo sostenibile che servono da bussola e vanno attuati a livello nazionale. Nei nostri sforzi per lo sviluppo sostenibile ci orientiamo ad essi Sustainable Development Goals (SDGs).

Coltivazione di caffè: due mani piantano una piantina

Piacere all’insegna della sostenibilità:
questi caffè e tè Dallmayr sono certificati

I caffè o i tè certificati riportano chiari sigilli. Garantiscono che le piantagioni siano coltivate in modo sostenibile e che i contadini ricevano prezzi equi.

Naturalmente eccellente:
qualità proveniente da piccole e pregiate aziende agricole

Il caffè certificato proveniente da coltivazioni sostenibili ha spesso dei sigilli espliciti. Questo non significa però che solo questi caffè siano sostenibili e commercializzati in maniera equa. Questi chicchi possono anche provenire da coltivazioni economicamente, ecologicamente e socialmente sostenibili, ma non certificate. Infatti: le certificazioni sono costose. Molti coltivatori di caffè che praticano agricoltura biologica non hanno accesso a queste certificazioni. Specialmente in Etiopia questo accade spesso. Qui, gli alberi di caffè crescono per lo più in piccoli sistemi agricoli misti che vengono coltivati tradizionalmente e quasi senza ricorrere a fertilizzanti e pesticidi.

Un coltivatore di caffè controlla la qualità delle bacche di caffè

In queste aziende agricole crescono anche altre piante, come le palme da banana o da cocco, le cosiddette piante da ombra, utili per la coltivazione del caffè. Anche questo caffè è quindi sostenibile, rispettoso dell'ambiente e dà ai piccoli proprietari un raccolto con una qualità nettamente superiore. Dallmayr acquista i suoi caffè etiopi principalmente da queste aziende e garantisce l'acquisto ai coltivatori anche in caso di scarsa resa del raccolto e prezzi più alti.

Inoltre, riusciamo a migliorare la situazione reddituale nei paesi di origine attraverso il largo utilizzo di caffè Arabica di alta qualità: gli Arabica lavati, generalmente molto più costosi, permettono ai coltivatori di caffè di avere entrate più alte.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(8) Lavoro dignitoso e crescita economica
(9) Imprese, innovazione e infrastrutture
(12) Consumo e produzione responsabili

Il piacere del tè consapevole

Dai giardini del tè alla tazza, anche il tè passa attraverso molte mani. Oltre alla soddisfazione dei nostri clienti, per noi sono importanti un ambiente intatto e condizioni di lavoro eque e sicure.

Ampia vista sulle aree di coltivazione del tèAddetta al raccolto raccoglie le foglie di tè in una piantagione

I nostri tè provengono dai migliori giardini di tè del mondo e sono prodotti esclusivamente secondo il metodo ortodosso, ovvero seguendo i metodi tradizionali e prevalentemente a mano. Come per il caffè, i nostri acquisti si basano su collaborazioni a lungo termine e di fiducia. Come base per una collaborazione di successo con i fornitori, abbiamo stabilito dei principi etici che valutiamo e rivediamo attraverso audit regolari.

Alcune piantagioni di tè garantiscono degli standard che sono molto al di sopra delle basi richieste dalla legge. Mettono a disposizione asili e scuole e assicurano un'adeguata assistenza medica. Oltre alla loro retribuzione, i raccoglitori e i lavoratori nelle fabbriche del tè ricevono spesso delle sovvenzioni sotto forma di cibo, gas per cucinare o acqua potabile.

«Chi preferisce i tè con il sigillo biologico troverà quello che cerca nel nostro assortimento. Più di due terzi dei nostri tè in bustina a piramide, ad esempio, sono certificati. A seconda della disponibilità delle qualità, privilegiamo i tè provenienti da coltivazioni biologiche controllate. Inoltre, alcuni tè Keo derivano da commercio equo e solidale.»

Christoph Knobloch
Responsabile per gli acquisti di tè
Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(8) Lavoro dignitoso e crescita economica
(9) Imprese, innovazione e infrastrutture
(12) Consumo e produzione responsabili

La speranza aumenta. Più di 52 milioni di volte.

Alberi e pozzi per l'Etiopia

Dagli anni ‘60, gli Arabica etiopici d'alta quota hanno determinato il sapore di molti
caffè Dallmayr. Come primo importatore tedesco e tuttora uno dei più grandi acquirenti
di Arabica d'alta quota etiopi, Dallmayr si sente particolarmente legato a questo paese dell’Africa
orientale. Abbiamo rapporti stretti con molte famiglie da generazioni.
Ecco perché ci sta a cuore consolidare il paese in modo duraturo.

Per un'Etiopia verde
Dal 2008, sosteniamo i programmi di riforestazione della fondazione «Menschen für Menschen» con la vendita di caffè etiope purissimo. Sono già stati donati più di 52 milioni di piantine di alberi*. In questo modo, affrontiamo alla radice uno dei principali problemi del paese: il pericolo di insabbiamento. Gli alberi cresciuti dalle piantine piantate nei vivai della fondazione migliorano la qualità del terreno. La riforestazione previene l'erosione e quindi garantisce in modo sostenibile il sostentamento delle famiglie locali.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(2) Sconfiggere la fame
(13) Misure di protezione del clima
(15) Vita sulla terra
Coltivazione del caffè: due mani racchiudono una piantina di caffè *Stato: 01.2021 Logo Menschen für Menschen
Addetta al raccolto mostra le bacche di caffè rosse in un cesto davanti agli arbusti di caffè

Cooperativa del caffè
Insieme a Menschen für Menschen, stiamo costruendo una nuova regione del caffè con una struttura di piccoli agricoltori in Etiopia nei prossimi anni. Con questa iniziativa nell'area del progetto Dano stiamo facendo in modo che i coltivatori di caffè locali traggano più profitto dal proprio prodotto in futuro. Il progetto aiuta ad aumentare la produttività agricola e allo stesso tempo crea prospettive sostenibili, specialmente per i giovani disoccupati. Incrementando la produttività, i coltivatori di caffè realizzano una resa maggiore e di conseguenza un guadagno più elevato.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(8) Lavoro dignitoso e crescita economica
(9) Imprese, innovazione e infrastrutture
(12) Consumo e produzione responsabili
Ragazza etiope beve acqua potabile da una fonte

Acqua potabile pulita
In Etiopia, circa la metà della popolazione non ha accesso all'acqua potabile. Con la vendita di caffè etiope durante le settimane di sostenibilità nella vendita al dettaglio, finanziamo la costruzione dei pozzi. Questi migliorano non solo la salute degli etiopi, ma tutta la loro vita. La faticosa e pericolosa raccolta dell'acqua da fonti lontane, un lavoro tradizionalmente svolto dalle donne, non è più necessaria. Questo permette in particolare alle bambine e ragazze di frequentare la scuola.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(6) Acqua pulita e servizi igienico-sanitari

Istruzione di qualità e pari diritti

In Etiopia, sei bambini su dieci non possono frequentare una scuola conforme alla loro età. Il 43% degli uomini e il 59% delle donne è analfabeta. L'istruzione, tuttavia, è la chiave nella lotta contro la povertà. Crea prospettive per il futuro.

Una chance per mille bambini
Nel settembre 2018, abbiamo ampliato la nostra partnership con la fondazione «Menschen für Menschen» (Persone per le persone) e avviato un altro progetto di aiuto: la costruzione di una scuola Dallmayr per oltre mille bambini e ragazzi dai 7 ai 16 anni. Con la costruzione e l'attrezzatura completa - dai mobili al materiale scolastico ai libri - accompagniamo i ragazzi sulla loro strada verso un futuro migliore.

Nell'estate del 2020 è stata completata la costruzione di tre nuovi gruppi di aule, un edificio amministrativo con una sala di lettura e due edifici sanitari.

Per saperne di più e conoscere le singole fasi di costruzione: Scoprite di più!

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(4) Istruzione di qualità
Bambini etiopi che imparano in una scuolaMappa dell'Etiopia con l'area del progetto Dano

Dimostrare responsabilità

Piacere del caffè e protezione del clima

Per ridurre l'impronta di CO₂ di una tazza di caffè Dallmayr, diamo un'occhiata più approfondita all'interno: cosa stiamo già facendo? E cosa possiamo ancora migliorare?

Il viaggio dalla pianta del caffè alla tazza è lungo e ogni passo lungo la catena del valore produce emissioni. La questione interessante è: dove si produce la maggior parte dei gas che hanno un impatto sul clima? Sorprendentemente, nel paese d'origine stesso, durante la coltivazione e la lavorazione. Anche il trasporto di grandi quantità di caffè via nave risulta meno problematico. A casa, invece, c’è una grossa differenza se si prepara il caffè in una macchina automatica o in una Franch press.

Impronta CO₂ del Gruppo Dallmayr Kaffee
Nel 2020 abbiamo elaborato un bilancio climatico aziendale per le nostre cinque torrefazioni, per l'amministrazione del gruppo del caffè e per il servizio di ristorazione Dallmayr. Insieme a ClimatePartner, abbiamo registrato le emissioni di CO₂ secondo il Greenhouse Gas Protocol Standard (GHGP) e determinato la nostra Corporate Carbon Footprint (CCF): iniziando dalle materie prime come il caffè crudo e il tè, passando per il riscaldamento e il nostro consumo di energia, dagli spostamenti dei nostri dipendenti e i viaggi di lavoro fino al materiale da ufficio. Il bilancio include anche il materiale di imballaggio e la logistica.

Per ridurre la nostra impronta a lungo termine, evitiamo e riduciamo le emissioni di CO₂ laddove possibile oggi. Nella produzione, ad esempio, vengono utilizzati sistemi di tostatura ad alta efficienza. Stiamo rivedendo il sistema di illuminazione e ottimizzando le impostazioni delle macchine. In tutte le sedi del gruppo del caffè in Germania, nel negozio di specialità gastronomiche di Monaco e in tutte le filiali tedesche di Vending & Office utilizziamo elettricità ecologica proveniente da fonti di energia rinnovabili. Nelle due sedi delle nostre filiali a Braunschweig e Brema, l'elettricità viene generata anche tramite impianti fotovoltaici.

Piantine di caffè in una piantagione di caffè

Monitoriamo a lungo termine i progressi e il successo delle nostre misure, aggiorniamo regolarmente il nostro CCF e lavoriamo in tutti i settori in modo orientato al futuro per trovare ulteriori soluzioni per la riduzione delle emissioni, come le alternative riciclabili per i nostri imballaggi.

Impegno per la lotta contro il cambiamento climatico all’origine del caffè
Dato che non possiamo più di tanto influenzare le emissioni di CO₂ nei paesi d'origine, restituiamo qualcosa alla popolazione locale in un altro modo: dal 2008, abbiamo piantato alberi in Etiopia insieme alla fondazione «Menschen für Menschen». Gli alberi legano l'anidride carbonica mentre crescono e danno così un prezioso contributo alla protezione del clima. Inoltre, gli alberi contrastano l'erosione del suolo e impediscono il dilagare del deserto. Finora, abbiamo piantato più di 52 milioni di alberelli insieme alla fondazione, che corrisponde all'incirca alle dimensioni di 4.200 campi da calcio.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals: (13) Misure di protezione del clima

Imballaggi più ecologici in futuro

Il nostro motto è: il minimo indispensabile, il massimo necessario.

Qualità senza compromessi
Il nome Dallmayr è sinonimo di massima qualità del prodotto. Per questo non scendiamo a compromessi neanche per quanto riguarda l'imballaggio. Un imballaggio ecologico svolge un ruolo importante, ma per assicurare la qualità dobbiamo considerare anche altre caratteristiche del packaging. La confezione deve garantire la conservabilità indicata, assicurare una protezione ottimale dell'aroma e soddisfare tutte le norme igieniche. Allo stesso tempo, dovrebbe anche risultare visivamente attraente per i nostri clienti.

Reduce. Improve. Recycle.
Il nostro obiettivo è quello di aumentare la riciclabilità dei materiali da imballaggio che usiamo. Soprattutto per quanto riguarda il caffè, ci troviamo di fronte a una grande sfida. Attualmente, le nostre confezioni sono ancora costituite da materiali compositi a più strati che rendono il processo di riciclaggio più problematico. Per essere in grado di utilizzare delle combinazioni di materiali alternative in futuro, stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri fornitori di materiale da imballaggio, e i primi risultati promettono bene. Se il materiale non può essere riciclato, dovrebbe essere compostabile e solo come ultima opzione dovrebbe essere destinato all'incenerimento.

FSC: carta da fonti responsabili

Passaggio alla certificazione FSC
Per gli imballaggi in cartone a base di legno, ovvero scatole pieghevoli, imballaggi esterni, vassoi, espositori e cartoni per la spedizione, siamo già passati a un FSC misto dal 2018. La certificazione del «Forest Stewardship Council» sta per silvicoltura sostenibile. Inoltre, stiamo elaborando altre soluzioni di materiali innovativi, come le scatole di cartone fatte di carta a base di erba.

Per una maggiore trasparenza, stampiamo l'etichetta FSC con il codice corrispondente sulla relativa scatola di cartone durante il procedimento in corso.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals: (12) Consumo e produzione responsabili

Soluzioni ecologiche per il caffè da asporto

Per un piacere del caffè da asporto consapevole, promuoviamo soluzioni riutilizzabili. Quando sono inevitabili le soluzioni usa e getta, facciamo in modo che siano il più possibile ecosostenibili.

Bicchieri che «ricrescono»
Per quanto riguarda il caffè da asporto, c'è un grande potenziale per salvaguardare le risorse ed evitare i rifiuti. Un buon esempio di una soluzione monouso alternativa sono i nostri nuovi bicchieri per il settore della ristorazione: sono prodotti a impatto zero sul clima e sono composti al 100% da materie prime rinnovabili e di origine vegetale. Lo stesso vale per i coperchi abbinati che proponiamo in aggiunta.

Tutte le emissioni inevitabili di CO₂ che vengono prodotte durante la produzione vengono calcolate e compensate attraverso un progetto specifico di protezione del clima in collaborazione con ClimatePartner. È possibile visualizzare il progetto e il suo stato attuale con la massima trasparenza tramite un ID di monitoraggio sul sito web di ClimatePartner.

Bicchieri per il caffè da asporto prodotti a impatto zero da Dallmayr, realizzate con materie prime 100% rinnovabili e di origine vegetale
  • Cartone da foreste
    certificate PEFC
  • All’interno, rivestimento in bioplastica
    a base di canna da zucchero
  • Stabilità e sensazione­
    di bere come da un
    bicchiere convenzionale
  • Privo di plastica fossile
    a base di petrolio
  • Determinazione di tutte le
    emissioni di CO₂ e compensazione
    attraverso un progetto per la protezione del clima
  • Tracciamento trasparente
    del progetto di protezione del clima
    grazie al tracking ID di ClimatePartner Bicchieri a impatto zero

Altre idee di prodotti riutilizzabili
Anche per le nostre macchine del caffè nel reparto Vending & Office utilizziamo sempre più spesso bicchieri usa e getta ecologici, prodotti con materie prime rinnovabili al 100%. Inoltre sviluppiamo sistemi innovativi riutilizzabili insieme ai clienti, come ad esempio per l'Università di Bayreuth. Qui vengono utilizzate speciali macchine per la restituzione dei bicchieri riutilizzabili, con le quali gli studenti ottengono automaticamente la restituzione della loro cauzione per mezzo di un codice a barre. Quello che è iniziato anni fa con l'offerta di caffè sostenibile nel campus ora è solo uno dei tanti esempi.

Indipendentemente da questo progetto sperimentale, molti distributori automatici Dallmayr funzionano già senza un meccanismo per il bicchiere (dispositivi da tavolo), vale a dire che si porta la propria tazza dell'ufficio o un'altra tazza riutilizzabile, come la Dallmayr Joycup. I distributori automatici con un meccanismo per i bicchieri sono generalmente dotati di un pulsante di stop per il bicchiere o sono controllati da una barriera luminosa, in modo che anche con questi dispositivi funzionino le soluzioni riutilizzabili.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(12) Consumo e produzione responsabili

Da persona a persona

Impegno sociale nella regione

Siamo attivi in tutto il mondo e allo stesso tempo siamo fortemente radicati nella nostra regione. In quanto azienda familiare di medie dimensioni, l'impegno sociale nella nostra regione d'origine fa parte della nostra cultura aziendale. Attraverso le donazioni alle istituzioni sociali, restituiamo una parte del nostro successo alla comunità: che si tratti di migliaia di confezioni di caffè per il banco alimentare Münchner Tafel, di una nuova macchina da caffè per un bar integrativo o di tricicli per un orfanotrofio.

«Non potremo mai ringraziare abbastanza l'instancabile impegno del personale, e siamo lieti di poter regalare agli eroi che lavorano in ospedale una piacevole pausa nell'estenuante routine quotidiana nei reparti con oltre 133.000 tazze di caffè.»

Julia Dengler Membro del consiglio di amministrazione di Alois Dallmayr Kaffee oHG

133.000 tazze di caffè per gli ospedali di Monaco
Durante il Covid, abbiamo iniziato una campagna di raccolta di fondi per gli ospedali di Monaco con il motto «Sostenere gli eroi locali». Abbiamo fornito a circa 7.000 infermieri, medici e altri dipendenti oltre 2.000 confezioni di caffè.

Dallmayr dona caffè agli ospedali di Monaco

Dallmayr come datore di lavoro equo

Ogni individuo dà un contributo incredibile e noi lo apprezziamo.

Passione per il piacere: la nostra cultura aziendale
Dallmayr è più del caffè, Dallmayr è una promessa. Da oltre 300 anni il nome è sinonimo di prodotti di prima classe. I nostri e le nostre dipendenti, giorno dopo giorno, mettono le loro conoscenze, la loro esperienza pluriennale e soprattutto la loro passione in ogni tazza di caffè. In breve: amiamo il caffè e tutto quello che ci si può fare. Questa passione trasforma la nostra professione in vero artigianato. Ci spinge a continuare ad esplorare nuove strade e a sviluppare soluzioni uniche e sostenibili per il massimo del piacere.

Siamo lieti di poter affermare che i nostri e le nostre dipendenti sono orgogliosi/e di lavorare da Dallmayr. Ci ringraziano rimanendoci spesso fedeli per molti anni o addirittura decenni. Desideriamo dare qualcosa in cambio con un'atmosfera di lavoro positiva, una retribuzione equa, un buon equilibrio tra lavoro e vita privata, benefici aggiuntivi per i dipendenti e numerose opportunità di crescita.

Ogni dipendente riceve una remunerazione adeguata al risultato che supera quanto stabilito dalla legge e dai contratti collettivi.

Foto di gruppo dei dipendenti Dallmayr davanti al negozio di specialità gastronomiche

Pari opportunità e diversity
Come azienda a conduzione familiare, abbiamo le nostre radici a Monaco ma siamo allo stesso tempo attivi in tutto il mondo. Circa 4.200 dipendenti in 18 paesi del mondo mettono a disposizione le loro molteplici competenze individuali per garantire il successo di Dallmayr. Per noi è scontato pensare e agire in modo tollerante e aperto alle culture. Offriamo pari opportunità per tutti e non tolleriamo discriminazioni basate su appartenenza etnica o nazionale, sesso, religione, ideologia, età, disabilità, orientamento sessuale, colore della pelle, opinioni politiche o origine sociale. Viviamo la diversità e ci impegniamo attivamente per l'inclusione. Nella nostra sede di Brema, per esempio, offriamo a 15 persone con disabilità mentali un lavoro fisso. Inoltre, lavoriamo continuamente per incrementare la percentuale di donne a tutti i livelli dell'azienda, specialmente nelle posizioni dirigenziali.

Carriera e famiglia
Essendo un'azienda familiare, abbiamo una particolare comprensione dell'importanza della famiglia. Per noi è importante un sano equilibrio tra lavoro e vita privata. Ci mantiene sani nel tempo, ci motiva e quindi ci rende anche più efficienti. Con orari di lavoro flessibili e modelli part-time, creiamo le condizioni ideali per consentire allo stesso modo a donne e uomini di conciliare lavoro e vita familiare.

Benessere e salute
Non offriamo solo ai nostri clienti numerosi momenti di piacere ogni giorno, ma anche ai nostri dipendenti. L'offerta spazia dai pasti equilibrati nella mensa interna della sede centrale di Monaco di Baviera alle cucine completamente attrezzate per le pause caffè o tè. Diamo inoltre grande importanza a elevati standard di salute e sicurezza per tutti i dipendenti. Oltre alla formazione di primo soccorso e a vari corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, un medico aziendale si occupa di promuovere e mantenere la salute dei dipendenti.

Il nostro contributo ai Sustainable Development Goals:
(8) Lavoro dignitoso e crescita economica
I dipendenti Dallmayr confezionano diversi tipi di caffè nei cartoni
cookie-information